Perché preferire un campo sportivo in erba sintetica a un campo sportivo in erba naturale?

L’erba sintetica per i campi sportivi è una soluzione relativamente recente, un prodotto altamente performante e in continuo miglioramento. I manti sportivi in erba artificiale sono stati installati in numerosi impianti sportivi di tutto il mondo, preferendo l’erba sintetica all’erba naturale. Quali sono le motivazioni che spingono progettisti e responsabili tecnici a scegliere l’installazione di manti in erba sintetica all’interno degli impianti sportivi? Prima di rispondere a questa domanda, alcuni dettagli in merito all’erba sintetica.

Che cos’è l’erba sintetica?

I manti in erba sintetica sono superfici ad uso sportivo o ricreativo, simili a veri e propri tappeti, utilizzate prevalentemente per installazioni all’esterno (outdoor), ma adatte anche all’installazione all’interno di strutture al coperto. Il primo esempio di campo sportivo in erba sintetica fu installato proprio in un palazzetto dello sport al coperto (il Reliant Astrodome di Houston, Texas) nei primi anni ‘60.

Nel caso dell’erba sintetica per impianti sportivi, si parla però di “sistema”, perché il campo viene realizzato combinando diversi componenti che interagiscono tra di loro. Vediamoli nel dettaglio:

  • Manto in erba sintetica, formato da fibre tessute su un backing in poliuretano o in tessuto non tessuto e fissate con lattice, impregnate in poliuretano o tramite termosaldatura

  • Riempitivi: elementi per l’intaso di stabilizzazione e prestazionale, come sabbie e granuli in gomma

  • Sottotappeto elastico: elemento facoltativo, si tratta di tappeti prefabbricati o realizzati in situ che garantiscono ai sistemi maggior assorbimento degli urti e ritorno di energia

Breve storia dell’erba sintetica per campi sportivi

I campi sportivi in erba sintetica fanno la loro prima comparsa verso l’inizio degli anni ‘60, negli Stati Uniti d’America, e si diffondono poi in tutto il mondo. Ciò che contraddistingue le diverse tipologie di manto, oltre alla differente denominazione: “manto di prima generazione”(1970), “manto di seconda generazione” (1980), “manto di terza generazione” (1990) e il più recente “manto di ultima generazione” (2000), è la diversa anatomia del filo, ovvero la fibra sintetica polimerica che costituisce il “ciuffo” d’erba e l’implementazione di un materiale di intaso, inserito nel sistema manto. L’impegno costante verso il miglioramento della tecnologia dei manti in erba sintetica per campi sportivi, già approfondito nell’articolo “Erba sintetica di ultima generazione: che cosa significa?”, ha portato a definire nuove soluzioni, lavorando in un’ottica di progressivo miglioramento volto al soddisfacimento della funzione sportiva e tecnica del manto stesso.

I vantaggi dell’erba sintetica

Nella scelta tra erba sintetica ed erba naturale ci sono tre aspetti importanti, da non sottovalutare. Vediamoli singolarmente.

Durata nel tempo

Un campo in erba sintetica ha una maggior durata nel tempo rispetto a un campo in erba naturale e sono sufficienti pochi e semplici interventi di manutenzione ordinaria. L’erba sintetica è in grado di resistere alle diverse condizioni climatiche e atmosferiche, mantenendo nel tempo proprietà fisiche e biomeccaniche, nonché un ottimo aspetto estetico.

Fruibilità

Uno tra i principali vantaggi dell’erba sintetica è la maggiore possibilità di utilizzo: i campi sportivi in erba sintetica sono, infatti, fruibili 365 giorni l’anno, in ogni stagione e clima, senza variazioni di performance di gioco. A differenza dei tradizionali campi in erba naturale, un campo sportivo in erba sintetica è inoltre idoneo all’utilizzo intensivo. I campi in erba sintetica possono essere utilizzati con maggiore frequenza e ciò li rende adatti a ospitare un ampio turnover di utenti, pensiamo ad esempio ai campi per gli allenamenti intensivi e per le scuole calcio.

Manutenzione

La manutenzione di un campo in erba sintetica consiste in semplici operazioni di pulizia e verifica delle condizioni generali. Se la manutenzione ordinaria viene eseguita correttamente e con regolarità, può evitare il ricorso a interventi di manutenzione straordinaria. Un piano regolare di manutenzione ordinaria, con interventi di manutenzione straordinaria programmati, può portare l’aspettativa di vita di un campo in erba sintetica attorno ai 10 anni. L’erba artificiale non prevede, inoltre, l’esecuzione di alcune operazioni onerose, indispensabili nel caso dell’erba naturale, come: costante ed elevata irrigazione, sfalcio e taglio, risemina e sostituzione delle zolle e questo porta a un sensibile abbattimento dei costi di gestione.

Erba sintetica per calcio e calcetto

Ogni manto in erba sintetica viene sviluppato e prodotto per rispondere alle esigenze di una specifica disciplina sportiva: esistono campi in erba sintetica per il padel, campi da tennis, campi da hockey su prato, campi da rugby, e, ovviamente, campi da calcio e campi da calcetto in erba sintetica. In particolare, negli impianti sportivi dedicati alla pratica del calcio e del calcio a 5, l’installazione di sistemi in erba sintetica sta registrando un forte incremento, anche in strutture destinate al livello professionistico.

Ma quali sono le caratteristiche che dovrebbero avere i sistemi in erba sintetica per il calcio e il calcetto?

I manti in erba sintetica per il calcio a 5 presentano solitamente fili di altezze più basse, tra i 40 e i 45 mm, con composizioni molto varie, che vanno dalle fibre fibrillate ai monofilamenti, con ottima resa anche dei manti a fibre miste. 

Nei campi in erba sintetica per il calcio a 11, invece, il filo ha un’altezza maggiore, tra i 50 e i 60 mm ed è diffuso l’uso di un sottotappeto elastico.

I campi da calcio a 11 in erba artificiale possono essere omologati per ospitare competizioni calcistiche di alto livello. La Lega Nazionale Dilettanti (L.N.D.) della F.I.G.C. ha varato uno specifico regolamento, a tal proposito, per disciplinare la normativa e le caratteristiche tecniche indispensabili per la realizzazione e l’omologazione di campi da calcio in erba artificiale, adatti ad ospitare i campionati F.I.G.C.- L.N.D. e il Settore Giovanile e Scolastico.   

Kick Off Center di Cavallino: i nuovi campi in erba sintetica per calcio a 11 e calcetto ospitano anche gli allenamenti del Lecce

Il Kick Off Center di Cavallino (Lecce), inaugurato nel maggio 2018, è una struttura sportiva completa che ospita numerosi campi sportivi in erba sintetica di ultima generazione, ciascuno dedicato alla pratica di un preciso sport. 

Per quanto riguarda le attività calcistiche, al Kick Off Center si possono trovare campi in erba artificiale per il gioco del calcetto, calcio a 8 e calcio a 11. I campi in erba sintetica per il calcio a 11 sono stati realizzati utilizzando un sistema in erba sintetica certificato LND. L’omologazione ha reso il campo idoneo ad ospitare gli allenamenti giornalieri e le competizioni ufficiali delle squadre del Settore Giovanile e della Scuola Calcio dell’U.S. Lecce.

L’erba sintetica per i campi sportivi è un’alternativa vantaggiosa rispetto all’erba naturale. Vuoi approfondire le tecnologie utilizzate per la realizzazione di un campo da calcio in erba artificiale?

Scopri tutti i dettagli nella guida digitale. Scaricala ora.

Campo da calcio in erba sintetica

MONDO ti propone la soluzione migliore per strutture sportive indoor, impianti di atletica e sport outdoor, campi sportivi in erba sintetica.

CONTATTACI PER UNA CONSULENZA TECNICA