Manutenzione erba sintetica: tutto quello che devi sapere

La facilità di gestione e i minori costi di manutenzione dei campi realizzati con manti in erba sintetica, contestualmente al maggior utilizzo in termini di ore e giorni, rappresentano le differenze più evidenti rispetto all’erba naturale. L’erba sintetica esprime un buon risparmio economico in termini di manutenzione e un notevolissimo vantaggio economico in termini di utilizzo rispetto ai campi da calcio con superfici naturali.

L’erba naturale, proprio per la sua natura, è un sistema delicato: soffre particolarmente le alte e basse temperature, richiede costanti cure per quanto concerne irrigazione, taglio, risemina e sostituzione zolle. Anche con una manutenzione accurata, i manti naturali non sono idonei per un uso intensivo e tendono a perdere nel tempo le loro proprietà biomeccaniche.

Con manutenzioni programmate e standardizzate, soprattutto con il mantenimento delle quantità d’intaso di stabilizzazione e prestazionale, un campo da calcio con manto erboso sintetico può esprimere un’aspettativa di vita di 10 anni mantenendo buoni livelli prestazionali anche con uso intensivo. Questa caratteristica ne fa la scelta ideale per un campo destinato all’allenamento e per poter contare su una superficie su cui giocare tutto l’anno e in qualsiasi condizione atmosferica.

OBIETTIVO: MANTENERE I VALORI PRESTAZIONALI NEL TEMPO

Se le opinioni sull’erba sintetica da parte dei calciatori sono migliorate negli ultimi anni, il merito va tutto alla ricerca. Oggi, un campo in erba sintetica di ultima generazione ha parametri prestazionali eccellenti, con un comportamento biomeccanico costante e uniforme, ottimi livelli di confort e una sensazione di gioco sempre più simile a quella del campo di calcio in erba naturale. Le operazioni di manutenzione - ordinaria e straordinaria - hanno lo scopo di mantenere inalterate nel tempo la funzione sportiva e la funzione tecnica del sistema. Vediamo cosa sono nel dettaglio:
 

FUNZIONE SPORTIVA

Include le proprietà̀ del sistema manto in erba artificiale che contribuiscono a ridurre il rischio di lesioni e a supportare le prestazioni del giocatore. È importante distinguere tra due aspetti, l'interazione giocatore-manto e l'interazione pallone-manto. Per entrambi questi aspetti, esistono dei criteri di valutazione precisi:

- INTERAZIONE GIOCATORE-MANTO

  • Assorbimento degli impatti.
  • Capacità del manto di ridurre gli sforzi del giocatore nella corsa e nel salto.
  • Deformazione verticale: legata alla forza esercitata sulla superficie dai movimenti del calciatore.
  • Trazione rotazionale e lineare: correlata all'aderenza dei tacchetti e dell'erba.
  • Abrasione della pelle.

- INTERAZIONE PALLONE-MANTO

  • Rotolamento del pallone.
  • Rimbalzo verticale e angolare.
     

FUNZIONE TECNICA

Include le proprietà̀ che consentono al manto in erba artificiale, e al sottotappeto elastico, di garantire e mantenere nel tempo prestazioni e comportamento in funzione dell'ambiente e dell'utilizzo cui sono destinati (es. capacità di drenaggio dello strato di supporto o backing, resistenza all’usura del sistema manto stesso, tenuta dei giunti, ecc...).

Il mantenimento ottimale di queste due funzioni diventa fondamentale per i campi in erba sintetica omologati LND. A cadenza regolare – ogni anno per la categoria Professional (dalla serie D a salire) e ogni 4 anni per la categoria Standard (fino alla serie D compresa) – le superfici devono superare i test LND per poter ottenere il rinnovo dell’omologazione.

ERBA SINTETICA: MANUTENZIONE ORDINARIA

Le operazioni di manutenzione ordinaria di un campo da calcio in erba sintetica possono essere gestite con facilità dai gestori della struttura

  • La pulizia dell’erba sintetica va effettuata più volte al mese in caso di uso intensivo: risulta necessario eliminare ogni residuo organico con uno spazzola a triangolo con setole sintetiche oppure con uno spazzolone manuale evitando di rimuovere i granuli dell’intaso prestazionale. L’operazione di spazzolatura è fondamentale per mantenere le funzioni sportive e prestazionali del manto sintetico. Questa operazione aiuta a mantenere sollevati i filamenti e a ripristinare le quantità di granulato in gomma dell’intaso prestazionale, ristabilendo le prestazioni ottimali del manto.
     
  • A fine campionato è consigliabile effettuare una semplice ma dettagliata ispezione della superficie sintetica. Questo per verificare eventuali lacerazioni della superficie, distacchi nelle giunzioni, quantità di intaso di stabilizzazione e prestazionale, altezza della fibra libera oltre ad altre irregolarità soprattutto nelle aree ad utilizzo intensivo.

IN CASO DI…

  • MACCHIE SULL’ERBA SINTETICA: esistono specifiche soluzioni a base acquosa o oleosa che ogni fornitore indica nei documenti di utilizzo e manutenzione dell’erba sintentica. Lo stesso vale per i residui di origine animale, gomme da masticare, funghi, ecc... 
     
  • NEVE O GHIACCIO: neve e ghiaccio non danneggiano l’erba sintetica. È sufficiente attendere lo scioglimento naturale. In ogni caso, per la rimozione immediata della neve, si possono utilizzare mezzi con pneumatici gommati e pala con lama gommata - regolandola ad un’altezza di un paio di centimetri sopra la fibra - operando lentamente e con sterzate ampie sul campo. Per sciogliere il ghiaccio vanno evitati il sale comune, il clorato di calcio o nitrato d’ammonio e in generale i prodotti chimici corrosivi o tossici. Solo in caso di accumulo di ghiaccio eccessivo si dovrà spargere sabbia di quarzo con silice al 98%.
     
  • AREE A INTENSO UTILIZZO: in alcune aree del terreno di gioco possono verificarsi piccole depressioni dovute allo spostamento dei granuli del riempitivo. Sarà sufficiente ripristinare il livello del riempitivo con una modesta quantità di sabbia e granulato di gomma, spazzolando il campo prima e dopo l’operazione. Esistono strumentazioni specifiche per misurare e dosare lo spessore degli strati di riempitivo in granulato di gomma e sabbia.

ERBA SINTETICA: MANUTENZIONE STRAORDINARIA

La manutenzione straordinaria dell’erba sintetica va eseguita da referenti specializzati, ossia dagli stessi produttori
di erba sintetica fornitori del sistema o da aziende qualificate e accreditate.

Le operazioni di manutenzione straordinaria richiedono circa una giornata durante la quale il campo non potrà essere utilizzato. Le attività di manutenzione straordinaria su erba artificiale consistono in diverse fasi:

  • PULIZIA ERBA SINTETICA (SUPERFICIE): una speciale spazzolatrice rimuove dalla superficie corpi estranei che potrebbero inficiare anche i drenaggi.
     
  • ASPIRAZIONE SUPERFICIE: una speciale macchina aspira i microorganismi, filtrando pulendo e ridistribuendo il granulato.
     
  • DECOMPATTAZIONE DEL GRANULATO: con questa operazione si ripristina il comportamento biomeccanico del granulato.
     
  • SPAZZOLATURA DELLE FIBRE: il manto viene spazzolato con l’obiettivo di ripristinare e prolungare la resilienza dei filamenti.
     
  • INTASO E RIEMPIMENTO DI GRANULATO: nelle aree più “sfruttate” - es. area del portiere, calcio d’angolo, dischetti di rigore – viene rimisurato e ripristinato lo strato di riempitivo.
     
  • ISPEZIONE DELLE LINEE DI GIOCO E GIUNZIONI: in questa fase vengono controllate, riparate o sostituite le parti in cattivo stato delle zone di unione dei rotoli e delle giunzioni delle linee di marcatura.
     
  • RIMOZIONE DI ERBE INFESTANTI: data la struttura aperta e aerata dei ciuffi di erba artificiale, possono comparire erbe infestanti anche su un manto di erba sintetica. È sufficiente rimuoverle manualmente con cura e non lasciare che radichino troppo. Per prevenire la comparsa di erbe infestanti o muschio, è necessario applicare un erbicida ad assorbimento fogliare ecologico e biodegradabile, oltre ad un anti-germinativo.

 

Scarica la guida completa alla manutenzione del campo in erba sintetica!

Manutenzione campo da gioco in erba sintetica

MONDO ti propone la soluzione migliore per strutture sportive indoor, impianti di atletica e sport outdoor, campi sportivi in erba sintetica.

CONTATTACI PER UNA CONSULENZA TECNICA