Come approcciare la costruzione di un campo da padel?

Il padel coinvolge e cattura sempre di più l’interesse di sportivi professionisti ma anche di amatori o di chi, per la prima volta, si avvicina in generale alla pratica di uno sport. Il boom che il padel sta vivendo a livello mondiale è testimoniato dal costante aumento del numero di campi costruiti. 

Nel mese di settembre 2020 Luigi Carraro, Presidente della Federazione Internazionale Padel (FIP), parlando della diffusione del padel ricordava come il numero di campi in Italia fosse passato da 50 nel 2016 a 1600 nel 2020, un incremento notevole, in soli 4 anni. Lo stesso Carraro, in un’intervista a Il Sole 24 Ore, ripresa anche nel sito ufficiale della Federazione Italiana Padel, annuncia che “il padel è lo sport con il trend di crescita più rapido al mondo [...]” e poi continua “I campi hanno una redditività molto alta perché il campo da padel costa relativamente poco. [...] in pochi mesi ci si ripaga dell’investimento fatto”. L’interesse degli atleti per questo sport, che regala grandi soddisfazioni sin dalle prime battute, si sposa dunque perfettamente con la ricerca di sostenibilità e ritorno economico dei committenti e dei gestori dei campi da padel. 

A partire da un’intervista a Italian Padel, una delle più conosciute realtà italiane che da anni collabora con MONDO nella realizzazione di campi da padel, abbiamo definito un utile vademecum, che raccoglie consigli e indicazioni pratiche per la costruzione di nuovi campi.

Quali sono gli step principali per la realizzazione di un campo da padel?

La realizzazione di un campo da padel può essere sintetizzata in poche fasi principali, da tenere in considerazione in ogni progetto:

  1. Individuazione dell’area ovvero del sito dove sarà costruito il campo
  2. Affidamento dell’incarico a un tecnico qualificato, che si occuperà del progetto nella sua interezza
  3. Contatto e interfacciamento con ufficio tecnico del Comune in cui sarà costruito il campo da padel
  4. Studio di fattibilità e compatibilità urbanistica
  5. Stesura del progetto
  6. Sopralluoghi
  7. Richiesta al Comune di titolo abilitativo e autorizzazioni per l’intervento da realizzare
  8. Deposito della pratica edilizia
  9. Realizzazione della platea su cui poggerà il campo
  10. Realizzazione delle coperture della struttura
  11. Installazione del campo da padel, che comprende anche la posa della superficie di gioco (come ad esempio i sistemi in erba sintetica).

 

A quali figure tecniche ci si deve affidare per realizzare un campo da padel?

L’incaricato a cui rivolgersi deve essere un tecnico abilitato, come un geometra, un architetto o un ingegnere. Solitamente si tratta di un professionista che seguirà il progetto in tutte le sue fasi, facendo inoltre da tramite con l’ufficio tecnico e con i principali fornitori coinvolti nella realizzazione del campo da padel.

 

Che cosa si intende per NTC 2018 e perché è importante per chi si appresta a realizzare un campo da padel?

Con NTC si intende la Normativa tecnica per le costruzioni. Il campo da padel comprende una struttura metallica fuori terra pertanto è da considerarsi una costruzione a tutti gli effetti. Campi da padel e coperture devono essere realizzati in conformità a quanto viene espresso nella norma EN 1090-1. La sua violazione è sanzionata con ammende civili e penali, molto pesanti.

 

Quali sono le principali differenze tra la riqualificazione di un campo esistente e la costruzione di un campo ex novo?

Nella maggior parte dei casi la riqualificazione ha costi inferiori e può presentare uno snellimento nella parte burocratica. C’è però da sottolineare che, quando si va a convertire un campo esistente, è molto spesso difficile che il terreno o la precedente platea siano idonee o pronte all’installazione dei campi da padel. Quasi sempre, infatti, sono richiesti alcuni interventi di modifica.

 

Studio di fattibilità: quali sono gli aspetti principali di questa fase?

L’obiettivo dello studio di fattibilità è constatare l’eventuale presenza di vincoli architettonici, urbanistici e paesaggistici, a partire dalla verifica della geologia del suolo del sito in cui si vorrebbe costruire il campo da padel. Lo studio del sottofondo è fondamentale, anche perché per l’installazione di un campo da padel è prevista la verifica dei carichi sia della struttura che delle coperture.

 

Come si può stilare correttamente un business plan per la realizzazione di un campo da padel?

Prima di intraprendere un progetto di costruzione di un campo da padel, può essere utile redigere un business plan. Questo documento, che sintetizza tutti gli aspetti legati al progetto stesso, compresi fattori economici e aziendali, viene definito prendendo in considerazione diverse variabili, in particolare:

  • modalità di acquisizione del bene (campo da padel) da parte del committente, ad esempio: acquisto rateizzato, acquisto in unica soluzione;
  • tipologia di impianto (singolo campo, campo con platea e con copertura semintegrale, ecc.);
  • scelta della collocazione dell’impianto e geologia del terreno identificato per l’installazione del campo;
  • tipologia di struttura: campo indoor o campo outdoor;
  • giorni di utilizzo dell’impianto;
  • ore di gioco;
  • prezzo medio e durata di una partita.
     

Qual è il tempo medio per la costruzione di un campo da padel?

I tempi di realizzazione di un campo da padel possono variare, soprattutto se si considera l’iter burocratico necessario per ogni progetto e i tempi tecnici per l’ottenimento di autorizzazioni e permessi, che cambiano da Comune a Comune. La durata dei lavori, che comprendono progettazione edilizia e pratiche comunali, può oscillare da un minimo di 60/90 giorni a un massimo di 180 giorni circa. Altri fattori che influiscono sui tempi di realizzazione sono le caratteristiche dell’intervento, la location scelta e la tipologia di campo (riqualificazione campo esistente, riconversione di un’area o la realizzazione di un campo ex novo). Infine, per l’installazione e il montaggio di un nuovo campo sono necessari circa 3 giorni.

 

Quanto tempo dopo il completamento di un campo, questo può essere utilizzato?

Il campo può essere utilizzato subito dopo che è stata posata la sabbia di intaso sulla sua superficie. A livello atletico, tuttavia, solitamente le prestazioni migliori si raggiungono a 50 ore dal primo utilizzo.

 

Quali sono le richieste più frequenti da parte di chi sta ancora valutando la realizzazione di un campo da padel?

Tra i quesiti più frequenti raccolti tra chi sta considerando l’opportunità di realizzare un campo da padel, riportiamo:

  • la possibilità di individuare il terreno e la location più adatta per il proprio progetto;
  • il corretto iter da seguire per ottenere le autorizzazioni necessarie alla costruzione;
  • la richiesta di eventuali oneri per il cambio destinazione d’uso (ad esempio in caso di riqualificazione o riconversione di un’area);
  • le misure e gli spazi necessari all’installazione dei campi (ricordiamo che il campo da padel regolamentare è rettangolare, largo 10 metri e lungo 20 metri. Il perimetro del campo da padel deve essere interamente recintato, le pareti laterali dell’area di gioco devono avere un’altezza totale di 4 metri. L’altezza minima consigliata per la copertura di tutto il campo, invece, è di 8 metri);
  • i costi e l’entità dell’investimento;
  • le variabili date dalla copertura del campo (per campi da padel indoor), anch’essa soggetti a studio di fattibilità.

La realizzazione di un campo da padel è un lavoro sinergico, che coinvolge aziende appartenenti a differenti settori. Il successo di ogni realizzazione dipende dalla qualità delle materie prime utilizzate, dall’esperienza e dal know-how dei singoli professionisti impegnati nel progetto. MONDO e Italian Padel collaborano da anni nella costruzione e installazione di campi da padel in tutto il territorio italiano. Alcune tra le più recenti realizzazioni eseguite sono: Santo Stefano Padel & Tennis Relais e SPA (Biella), Beach Club Osimo (Ancona) oppure Padel Life GardaLake (Verona).

 

Superfici in erba sintetica per il padel

MONDO ti propone la soluzione migliore per strutture sportive indoor, impianti di atletica e sport outdoor, campi sportivi in erba sintetica.

CONTATTACI PER UNA CONSULENZA TECNICA