Sedute per stadi e impianti sportivi outdoor

Le competizioni sportive si svolgono spesso in impianti all’aperto, dove le performance e le emozioni degli atleti si mescolano al coinvolgimento del pubblico. Dalle loro postazioni gli spettatori assaporano la bellezza della disciplina sportiva, condividendo con gli atleti sfide e passioni. Qualsiasi sia la posizione scelta, la seduta gioca un ruolo fondamentale per il pubblico.

In questo articolo approfondiremo le caratteristiche delle sedute sportive per strutture all’aperto, a partire dai materiali costruttivi, fino alle principali indicazioni per una loro corretta manutenzione.

Sedute sportive o seggiolini? Facciamo chiarezza

La seduta è un elemento fondamentale nelle zone spettatori di un impianto sportivo all’aperto. Spesso si utilizza erroneamente il termine “seggiolino” per indicare la “seduta per impianto sportivo”. Seduta è, infatti, il termine tecnico esatto, da utilizzare per definire ogni soluzione che permetta agli spettatori di assistere in modo confortevole ad un evento sportivo.

L’UNI (Ente Nazionale Italiano di Unificazione) nel documento UNI EN 13200-4 Versione Gennaio 2007 dedicata alle Installazioni per spettatori Parte 4: Sedute - Caratteristiche di prodotto, classifica le sedute sportive in quattro categorie:

  • panca
  • seduta con schienale basso
  • seduta con schienale alto
  • seduta ribaltabile
     

Caratteristiche delle sedute sportive per impianti all’esterno

Accanto all’anatomia delle sedute, è necessario parlare delle caratteristiche che ciascuna di esse deve avere. 
FIFA e UEFA, quali federazioni fortemente interessate al design degli stadi, identificano nei propri regolamenti alcune caratteristiche indispensabili per le sedute sportive outdoor, che devono essere un “posto singolo e numerato” e assicurare:

  • robustezza e resistenza agli urti
  • ergonomia e confort 
  • sicurezza per gli utilizzatori e per l’impianto

Come da regolamento FIFA e UEFA, le sedute per stadi devono essere dotate di schienale. Le sedute sprovviste di schienale alto possono essere utilizzate invece per tribune telescopiche o smontabili. In particolare, dalle disposizioni raccolte all’interno del documento UEFA Stadium Infrastructure Regulations si evince che:

“Le sedute devono essere singole, numerate, saldamente fissate, robuste e infrangibili, realizzate in materiale non infiammabile e devono avere uno schienale la cui altezza minima deve essere di 30cm se misurato a partire dalla superficie della seduta”.

[“Seats for spectators must be individual, numbered, firmly fixed in place, robust, made of a shatterproof, non-flammable material, and have a backrest of a minimum height of 30cm when measured from the surface of the seat.” (Articolo 18.01).]

Le sedute per impianti sportivi presentano caratteristiche diverse, a seconda della loro collocazione finale. Le sedute per strutture sportive outdoor vengono utilizzate, infatti, per arredare differenti aree dell’impianto: dalle aree standard per gli spettatori, alle postazioni VIP e VVIP, fino alle postazioni stampa. Per la progettazione delle sedute per stadi e impianti sportivi all’aperto, indipendentemente dalla loro collocazione finale, si considerano diversi fattori, primo tra tutti il confort dello spettatore. La durata media degli eventi sportivi europei supera spesso le due ore, è essenziale dunque orientarsi verso una seduta il cui design garantisca una posizione comoda allo spettatore.

Altri elementi fondamentali, che si accompagnano al confort nelle sedute sportive, sono:

  • ergonomia, che unisce aspetti antropometrici ai dati biomeccanici. “La stabilità del corpo è data dalla superficie di supporto della seduta e dal contatto di gambe, piedi e schiena con altri supporti.” (UNI EN 13200-4:2007, Appendice Informativa C Ergonomia);
  • sicurezza, “Le sedute sportive devono essere progettate in modo tale da non causare lesioni all’utilizzatore. [...] tutte le parti accessibili sono prive di bordi/spigoli taglienti” (UNI EN 13200-4:2007, Sezione 5 Requisiti Costruttivi Generali);
  • funzionalità, la disposizione e il design delle sedute devono consentire al pubblico di godere di una visuale adeguata;
  • rispetto per l’ambiente, testimoniato dalla scelta dei materiali in funzione del loro impatto ambientale.
     

Materiali per le sedute degli impianti sportivi outdoor

Le sedute sportive per impianti outdoor realizzate da MONDO sono prodotte in polipropilene e poliammide vergini e vengono colorate nella massa con master a base di polipropilene o poliammide, a garanzia di un’elevata performance.

Per quanto riguarda il viraggio del colore delle sedute degli impianti sportivi outdoor, esso è influenzato da una combinazione di fattori diversi.

La collocazione geografica dell’impianto sportivo, la fascia climatica di appartenenza, l’inquinamento atmosferico e la posizione stessa di ogni singola seduta all’interno della struttura (come nel caso di una copertura superficiale totale o parziale), possono contribuire ad accelerare i tempi della variazione del colore. Il viraggio cromatico però è strettamente influenzato anche dal colore stesso: nel caso del rosso, ad esempio, la velocità di viraggio del colore è maggiore.

Manutenzione delle sedute sportive per stadi e impianti sportivi outdoor

Le sedute sportive installate negli impianti sportivi outdoor possono essere lavate con acqua tiepida, senza aggiunta di agenti chimici e si può provvedere alla loro asciugatura con un panno morbido. Questa modalità di asciugatura è sufficiente anche nel caso in cui le sedute siano state bagnate dalla pioggia. Nel caso sia necessario sostituire una seduta, l’operazione può essere eseguita in maniera semplice e veloce.

La scelta di una seduta per impianto sportivo all’aperto coinvolge numerosi aspetti: ergonomia, benessere, sicurezza, estetica. La seduta è infatti un elemento fondamentale in uno stadio o in un impianto sportivo all’aperto: dalla giusta scelta dipenderà infatti la qualità dell’esperienza vissuta dagli spettatori.

Le sedute MONDO, prodotte con materie prime di prima qualità, possono resistere per decenni, se utilizzate in maniera costante e senza essere sottoposte ad atti vandalici. Come accaduto allo Stadio San Paolo di Napoli, le cui sedute, installate originariamente nel 1988, sono state sostituite dopo oltre 30 anni, nell’estate del 2019, in occasione delle Universiadi.

Vuoi realizzare una struttura sportiva perfetta?
CONTATTA MONDO PER UNA CONSULENZA SU MISURA

Realizzare un impianto sportivo outdoor

MONDO ti propone la soluzione migliore per strutture sportive indoor, impianti di atletica e sport outdoor, campi sportivi in erba sintetica.

CONTATTACI PER UNA CONSULENZA TECNICA